La Lazio insegue l'Asti e in trasferta lo ferma sul pari

10.12.2012 17:17 di Alessandro Pizzuti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lazio C5 / Lalaziosiamonoi.it
La Lazio insegue l'Asti e in trasferta lo ferma sul pari

Un’altra bella prova per la S.S. Lazio Calcio a 5 di mister Daniele D’Orto. Nella trasferta valida per l’ottava giornata d’andata di serie A, i biancocelesti costringono al 3-3 l’imbattuta capolista Asti, che fino ad ora aveva pareggiato soltanto con la Luparense.

IL MATCH – D’Orto preferisce per la terza gara di fila Patrizi a Barigelli: Forte svolge il riscaldamento, ma non è al top. Primo tempo molto tattico al PalaSanQuirico. L’Asti fa più possesso palla, ma le occasioni migliori sono tutte della Lazio. Che, grazie a ficcanti ripartenze, procura non pochi pericoli alla porta dell’ex Kiko e passa a condurre al’8’53”, con il Cholo Salas, bravo e fortunato ad insaccare in mischia. L’Asti si riversa nella metà campo avversaria e ribalta il risultato in 40”, con il solito Lima (nono centro stagionale) e Celentano: è 2-1 al riposo. Ripresa scoppiettante. Dimas con una sassata delle sue realizza il 2-2, ma, un minuto dopo, viene espulso per doppio giallo. Con l’uomo in meno la Lazio prende il 3-2, griffato da Garcias con un fendente di sinistro. D’Orto si gioca il suo ormai proverbiale “portiere” di movimento. E la mossa sortisce gli effetti sperati. E’ ancora Salas a firmare un meritatissimo 3-3. Dopo due successi di fila, arriva il terzo risultato utile consecutivo.

L’ALLENATORE – “E’ stata una bellissima partita – spiega mister Daniele D’Orto – Meritavamo di chiudere il primo tempo con un vantaggio, ma abbiamo sprecato tantissime occasioni. Nella ripresa abbiamo recuperato ma poi, costretti in inferiorità numerica, abbiamo subito un altro gol. Mi sono giocato ancora una volta la carta del portiere in movimento e siamo riusciti a riacciuffare il pareggio, che ci sta però stretto. Ora, comunque, dobbiamo pensare alla Marca, che affronteremo venerdì 14 dicembre alle ore 20.30 alla Futsal Arena. E’ una squadra fortissima con grandissimi giocatori, che spesso ci hanno creato non pochi problemi. Sarà necessario mantenere alta la concentrazione”.

BACARO – Dello stesso avviso il capitano Vinicius Bacaro. “La sfida con la Marca sarà difficile. Diversamente dall’Asti che è una squadra veloce e giovane, con il miglior attacco del campionato, la Marca è molto forte fisicamente. Precedentemente abbiamo quasi sempre sofferto nel giocare contro di loro. E’ vero che non stanno attraversando un buon momento, ma non vanno assolutamente sottovalutati. E noi, a differenza che contro l’Asti, dovremo essere più cinici e cercare di chiudere in fretta la partita. Venerdì dovremo, dunque, giocare con grande attenzione e con la carica giusta. Per noi questi tre punti sono fondamentali”.

Dopo i Mondiali ed il lungo periodo di stop, la Lazio delle ultime sfide sembra diversa e molto più determinata. “Non è diversa – conclude Bacaro –. A settembre non eravamo squadra, ma soltanto tante singole e forti individualità che giocavano insieme. Semplicemente, avevamo bisogno di più tempo per amalgamarci ed inserire i nuovi giocatori. La Lazio, rispetto a quella dell’anno scorso, è completamente cambiata. Ora stiamo migliorando, ma c’è ancora da lavorare duramente per raggiungere i traguardi che ci siamo prefissi”.