Amarcord Gasperini, un memorial per ricordare Tonino

Amici e parenti hanno ricordato il portiere che morì su un campo di calcio mentre allenava i suoi ragazzi. Fra i premiati i laziali Pulici e Orsi, il romanista Ginulfi e il cagliaritano Goletti
10.10.2015 14:57 di Massimiliano Morelli Twitter:    Vedi letture
Amarcord Gasperini, un memorial per ricordare Tonino

La quarta edizione del memorial Tonino Gasperini non disattende le aspettative, l'inaugurazione del campo di calcio a otto e della scuola portieri dedicata al numero 1 scomparso a sessant'anni su un terreno di gioco, la partita delle vecchie glorie e la serata dell'Aldero Hotel hanno rappresentato momenti altrettanto importanti di un amarcord atteso e che sarà replicato negli anni a seguire. Erano presenti al taglio del nastro il sindaco di Civita Castellana e il suo vice Giancarlo Contessa, visibilmente commosso quest'ultimo, e con loro don Luca, che ha benedetto il campo e i ragazzi dell'asd Civita Castellana calcio giovanile che hanno presenziato l'inaugurazione. Poi, a seguire, è andata in scena la partita fra le vecchie glorie e gli amici della famiglia Gasperini, chiusa sul quattro pari; infine la cena con un parterre de roi legato inevitabilmente ai portieri, visto e considerato il ruolo che in campo ricopriva proprio Tonino Gasperini.
Premiati gli ex tesserati della Roma Gualtiero Brunelli, Giampiero di Loreto, Leo Massitti, Alberto Viti e Claudio Gualandri e con loro Alessandro Tuia, realtà del calcio civitonico che ha fatto carriera e che oggi gioca con la Salernitana, in serie B. Premiati anche il portiere della Lazio del primo scudetto Felice Pulici, oggi vice presidente del Coni Lazio, e con lui Alessandro Pica, delegato Coni per l'area di Viterbo ed Ermanno Todini, delegato provinciale della Federcalcio. Poi è stata la volta di Fernando Orsi, che venne acquistato dalla Lazio proprio per sostituire Pulici e che ha ricevuto come premio un quadro disegnato sul momento dal maestro d'arte Stefano Cianti. Sul palco, al fianco del moderatore della serata, il giornalista Massimiliano Morelli, premi anche per i portieri della Roma Alberto Ginulfi e Pietro Pappalardo, per l'ex numero 1 del Cagliari Daniele Goletti, per il vicesindaco di Civita Castellana Contessa e per i presidenti di Vasanello, Civita Castellana calcio giovanile e Vi.Va. calcio Francesco Pecci, Massimo Salvatori e Luigi Palladino. Infine, un ricordo della serata è stato assegnato anche ad alcuni portieri in crescita delle categorie allievi, giovanissimi ed esordienti come Leonardo Morelli del Vi.Va. calcio e quattro estremi difensori del Civita Castellana: Federico Fasanari, Gianmarco Rattini, Leonardo Cecchini e Marco Cingolani. A premiare la nutrita schiera di ospiti i familiari di Tonino Gasperini, che hanno organizzato la serata, mentre fra i tanti ricordi forse il più toccante è stato quello di Vincenzo, il fratello: “Io sono Tonino e Tonino è in me”. 

foto Alfredo Parroccini