Il più grande giocatore italiano avrà il suo campo a Roma

05.02.2015 12:01 di Alessandro Pizzuti Twitter:    Vedi letture
Il più grande giocatore italiano avrà il suo campo a Roma

Porterà il nome dell' ottantaquatrenne campione del baseball il nuovo campo del Municipio VIII, annunciato martedi dal presidente Catarci.  La buca di via Galba diventerà tra un mese o poco più il campo Giulio Glorioso, la nuova casa della S.S. Lazio, società di baseball, softball e lacrosse. In passato usata come discarica e rifugio di senza dimora, coperto da vegetazione spontanea, dieci anni fa' c’erano ancora le macerie di un palazzo pericolante abbattuto. La zona è stata successivamente riqualificata  con l’apertura nel 2012 di un giardino attrezzato con skate park, teleferica, ping pong ed il progetto della vicina scuola media Severo, vi aveva previsto anche un ampio spazio dove costruire un impianto per il baseball ed il softball. 


Giulio Glorioso, nato il 4/1/1931 a Udine all'età di 16 si innamorò di questo sport quando vide le squadre dell'esercito degli Stati Uniti dopo la liberazione dalla seconda guerra mondiale. Ha cominciato con il Gilda e con una squadra della società nazionale ferroviaria. Glorioso ha giocato per Lazio fino al 1959 , per la Roma fino al 1961, per Milano fino al 1963, per il Nettuno fino al 1966 per il Parma fino a 1967 e poi di nuovo per la Lazio fino a 1975. Ovunque ha ottenuto il titolo di campione italiano : Lazio 1955, Coca Cola Roma 1959 Europhon Milano 1961 e nel 1962 , Simmenthal Nettuno 1963 1964 e 1965. Nel 1966 il successo di Coppa Europa con Simmenthal Nettuno. 
Glorioso ha raccolto i seguenti record di carriera come lanciatore nelle stagioni italiane di Serie A : 2706 innings, 2.884 strike -out, 943 basi, 1.699 colpi. Per la nazionale italiana ha disputato 68 partite. 

Giuseppe Sesto presidente della sezione della Lazio ha dichiarato: “Siamo partiti nel 2011 tra lo scetticismo generale e invece eccoci qui. Le nostre squadre già si allenano, abbiamo ricavato 4 spogliatoi, un’infermeria, la segreteria e l’ufficio formazione. Giulio Glorioso è il più forte giocatore italiano di tutti i tempi, lo aspettiamo all’inaugurazione ufficiale entro la fine di marzo. Il Glorioso deve essere un esempio per la città, un’opera al servizio della comunità e siamo pronti a costruire un impianto anche a Roma Nord, se ce ne daranno l’opportunità. A Roma esistono solo l’impianto dell’Acquacetosa (di proprietà del CONI e gestito dalla FIBS) e un altro campo a Ciampino. Poi Ostia ne ha uno e Acilia 2. Insomma, si contano sulla punta delle dita. Sul nostro campo si alleneranno la squadra di softball di Serie B, la C del baseball, la squadra di lacrosse, l’Under 21 e i bambini della scuola baseball. Abbiamo un vero progetto di rilancio della sezione biancoceleste, che è stata in passato al vertice del batti e corri a livello nazionale e internazionale, visto che le ragazze delsoftball vinsero una storica Coppa dei Campioni. Ma noi su questo campo vorremmo anche giocare in campionato, perché le misure sono regolamentari. E Roma punta a ospitare anche i prossimi Europei di softball: così fosse, noi ci siamo, siamo pronti”.