Superlega, Latina e Perugia in semifinale

24.04.2015 15:31 di Alessandro Pizzuti Twitter:    Vedi letture
Fonte: corsport
Superlega, Latina e Perugia in semifinale

In gara 3 dei quarti Latina sbanca Civitanova Marche per la seconda volta 1-3 (22-25, 25-16, 15-25, 25-27) e, a sorpresa, eliminano i Campioni d'Italia in carica. Gli uomini di Grbic completano la rimonta, vincono 3-1 (25-20, 21-25, 26-24, 25-18) e mandano a casa Verona

ROMA- Alla fine in semifinale Play Off vanno Perugia e Latina. Una conferma per gli umbri finalisti lo scorso anno, che dopo la sbandata di Gara 1 ha saputo raddrizzare una situazione apparentemente compromessa e vincere le due successive sfide contro un irriducibile Verona che archivia una stagione comunque di altissimo livello. Sopresona invece a Civitanova Marche dove Latina riesce a ripetere il successo centrato in Gara 1 e ad estromettere dalla corsa per il titolo i Campioni d’Italia uscenti regalandosi una semifinale davvero impensabile alla vigilia. Perugia ora dovrà affrontare Trento, vincitrice della regular season, mentre i pontini sfideranno Modena.

                                                             LE DUE SFIDE-

  SIR SAFETY PERUGIA - CALZEDONIA VERONA-

E’ Perugia alla fine a spuntarla, al termine della terza partita contro Verona, e dopo aver saputo risalire la china smaltendo la paura dopo la sconfitta in gara 1. Nell’arco delle tre sfide la formazione di Grbic ha dimostrato di essere squadra più completa ed in grado di gestire al meglio i momenti più caldi dei match. Atanasijevic, con 21 punti ha messo il suggello alla bella prestazione dei suoi. Neanche il tempo per gioire che c’è da affrontare la difficile trasferta di Trento, che apre la serie di semifinale. 

Nel primo set la gara è equilibrata, solamente gli episodi spostano l’andamento del set. Come l’errore in attacco di Gasparini che riporta avanti i padroni di casa sul 7 a 8. Proprio l’opposto gialloblù, però, schiaccia su azione di rigiocata il 10 a 10; la gara è spettacolare e al time out tecnico le due formazioni arrivano sul 12 a 11 dopo un millimetrico pallonetto di Vujevic. Al rientro in campo arrivano i muri di De Cecco su Sander e Vujevic su Gasparini, seguito dall’ace di Beretta (15-11). Giani manda in campo Bellei sul 20 a 15, ma è il turno successivo di Gasparini dai nove metri a fare paura alla Sir; solo il muro di De Cecco su Gasparini rilancia i padroni di casa che nel finale chiudono sul 25 a 20.
Il secondo set si apre con un doppio Gasparini (0-2) poi la Calzedonia Verona viene ripresa sul 4 a 4, dopo l’out di Zingel in primo tempo e sorpassata da Atanasijevic subito dopo (5-4). I gialloblù tornano avanti con l’ace di Gasparini (5-6), poi Coscione mura Vujevic (6-8) e Deroo conquista l’ace successivo. E’ ancora Coscione, terzo a muro, a conquistare un punto fermando Atanasijevic (7-11). Al time out tecnico sono quattro i punti di vantaggio per Verona che al rientro in campo annulla per due volte altrettante azioni di rigiocata di Perugia (12-16). L’attacco out di Atanasijevic regala un altro punto di vantaggio alla Calzedonia che vola sul 14 a 19, ma poi firma l’ace del 18 a 22. Giani chiama time out ma arrivano altri due punti per i padroni di casa (20-22), Sander sbroglia la situazione in pipe per il 20 a 23 e Zingel firma il 21 a 24. Ancora l’americano a segno, si chiude sul 21 a 25.
In apertura di terzo set, Perugia scappa subito sul 5 a 3 dopo l’errore da posto due di Gasparini che manda out. E’ l’opposto sloveno, dopo una bella difesa di Verona, a riportare tutto in parità (6-6) poi l’errore di Atanasijevic porta la Calzedonia in vantaggio (6-7). Contro break dei ragazzi di Grbic che con Fromm rimettono subito il naso avanti (8-7). L’equilibrio è continuamente interrotto, Anzani mura l’opposto di Perugia dopo un servizio di Sander (11-12) ma è solo l’ennesimo break del terzo parziale. La partita si infiamma: Deroo mette giù l’ace del 15 a 16, Buti chiude in primo tempo per il 17 a 16 e Vujevic firma il 18 a 16 con un ace. Giani chiama time out ed inserisce White per dare maggiore equilibrio alla ricezione. Sul turno al servizio di Sander, arriva il pareggio sul 20 a 20 poi Bellei conquista l’ace del 21 a 22 ma Perugia passa di nuovo. Finale ai vantaggi, Vujevic difende un attacco di Sander e sulla rigiocata Gasparini manda in rete (26-24). 
Break e contro break in apertura di quarto set. Subito 0 -3 per la Calzedonia Verona con due errori di Buti dal centro, poi il 5 a 3 di Perugia con Barone protagonista al centro e i gialloblù in difficoltà in attacco. Quando i ragazzi di Giani recuperano lucidità, pareggiano sul 7 a 7 e poi passano a condurre con Zingel e 

e White (7-9). La partita viene sospesa per qualche istante per un malore in tribuna e alla ripresa del gioco il punteggio torna subito in parità (9-9). Il break della Sir arriva sul 13 a 13, e con due punti consecutivi frutto di altrettanti errori dei gialloblù allungano pericolosamente. Si arriva al 18 a 14 ma i padroni di casa hanno in mano il gioco e chiudono il 25 a 18. 

I PROTAGONISTI-

Rocco Barone (Sir Safety Perugia)- « Questa è una vittoria importantissima. Volevamo a tutti i costi passare il turno e siamo riusciti a centrare l’obiettivo. Voglio spendere una parola per ringraziare il pubblico che è stato fondamentale per questo risultato ».

Simone Anzani (Calzedonia Verona)- « Ci è mancata qualche difesa in più nel terzo set e un po’ di carattere nel quarto. Avevamo avviato la partita in maniera molto simile a gara 1, ma sul finale non abbiamo saputo mantenere ed imporre il nostro gioco ripetendo quella prestazione ».

IL TABELLINO-

SIR SAFETY PERUGIA - CALZEDONIA VERONA 3-1 (25-20, 21-25, 26-24, 25-18)

SIR SAFETY PERUGIA: Buti 10, Fromm 14, De Cecco 5, Giovi (L), Barone 6, Tzioumakas 1, Beretta 3, Vujevic 8, Atanasijevic 21, Sunder. Non entrati Paolucci, Fanuli, Maruotti. All. Grbic.

CALZEDONIA VERONA: Zingel 7, Coscione 7, Pesaresi (L), Gitto, Gasparini 17, Deroo 7, White 3, Bellei 1, Sander 12, Anzani 5. Non entrati Blasi, Centomo, Borgogno. All. Giani.

ARBITRI: Cesare, Satanassi. NOTE - Spettatori 3312, durata set: 30', 33', 34', 33'; tot: 130'. 

CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA - TOP VOLLEY LATINA-

Latina va in semifinale scudetto. Grande impresa per i pontini che sbancano per la terza volta nella stagione il campo della Lube e la eliminano dalla corsa allo scudetto. Una prova di carattere della formazione di Gianlorenzo Blengini che come le gare precedenti mette in campo una prestazione maiuscola. La Top Volley come nella stagione 2011-12 conquista la semifinale scudetto dove da sabato affronterà Parmareggio Modena.

S’inizia in equilibrio con Latina che va 3-5 con un muro di Rossi e Trei risponde 7-6 con un muro di Monopoli, ace di Davis per l’8-10 e allungo con Starovic 10-13, i marchigiani si rifanno sotto 15-16 ma la Top Volley allunga ancora 15-19 e con Skrimov 16-22, Podracanin e i neo entrati Sabbi e Ricardinho (a muro) riportano sotto la Lube 22-24, ma Urnaut chiude 22-25.

Giuliani nel secondo set inverte i centrali e la Lube si porta sul 9-1 (tre muri) e poi allunga 11-2, i pontini recuperano fino al 15-10, ma i locali chiudono sul 25-16. Blengini ruota la formazione nel terzo set e con Starovic al servizio (un ace) la Top Volley mette a segno un parziale di 7-0 e si porta 4-11, dentro Sabbi che anche lui al servizio (una ace) prova a tenere in corsa i locali 8-11, ma i pontini allungano 9-15 e poi 11-19 e nel finale con Skrimov 13-23 per poi chiudere 15-25. Quarto set con Latina subito avanti 0-3, la Lube recupera sul 7-7, ma Starovic riporta l’8-11 e poi allunga 12-16. La Lube prova a rientrare 15-16 ma ancora Starovic (muro) riporta il 15-18, Kurek per il 18-19 ma un ace di Skrimov riallunga 19-22, nel finale un ace di Sabbi riporta la parità 23-23, la Lube annulla tre palle per il match ma alla quarta Rossi mette a segno il muro del 25-27.

Gianlorenzo Blengini schiera Sottile in regia e Starovic opposto, Rossi e Davis al centro, Skrimov e Urnaut di banda con Manià libero. Alberto Giuliani risponde con Monopoli al palleggio e Fei opposto, Stankovic e Podrascanin centrali, Parodi e Kovar schiacciatori, Henno e Paparoni libero.

Errore di Rossi (2-1), muro di Rossi ed errore di Parodi (3-5), muro di Monopoli e Stankovic di prima intenzione (7-6), ace di Davis ed errore di Kovar (8-10) e si va sul 10-12 al timeout tecnico. Contrattacco di Starovic (10-13), errore Latina (15-16), contrattacco di Starovic ed errore di Fei, 15-19 e Giuliani ferma il gioco. Fallo di Podrascanin (16-21), dentro Kurek, contrattacco di Skrimov, 16-22 e la Lube interrompe il gioco. Muro di Podrascanin, 18-22 e Blengini chiede tempo. Dentro Rauwerdink, dentro Vitelli, Ricardinho e Sabbi e l’opposto mette a segno il contrattacco del 21-24 e i pontini fermano il gioco. Muro di Ricardinho (22-24) e Urnaut mette a segno il 22-25.

Giuliani conferma Kurek e inverte i centrali, errore di Skrimov, contrattacchi di Stankovic e Kurek, 4-0 e Latina chiede timeout. Muri di Stankovic, due di Kurek ed fallo Latina (9-1), dentro Rauwerdink, primo tempo di Stankovic, 11-2 e Blengini ferma il gioco. Errore di Parodi e fallo di seconda linea di Kurek (12-6), contrattacco di Parodi (14-6), errore di Kurek, 15-9 e Giuliani chiede tempo. Si torna in campo con un errore di Fei (15-10), contrattacco di Fei (18-12), doppio cambio Lube, errore di Starovic (23-15), muro di Vitelli 25-16.

Terzo set con Blengini che ruota la formazione, contrattacco di Kurek (2-1), errore di Kurek (2-3), muro di Rossi (3-5), muro di Skrimov, primo tempo di Rossi e fallo di Fei, 4-9 e la Lube ferma il gioco. Dentro Sabbi, contrattacco e ace di Starovic, 4-11 e Giuliani chiede tempo. Ace di Sabbi ed errore di Skrimov, 7-11 e Latina interrompe il gioco. Errore di Skrimov (8-11) e sull’8-12 arriva il timeout tecnico. Errore di Kurek (dentro Vitelli e Ricardinho) e muri di Urnaut (9-15), errore di Sabbi (10-17), invasione di Ricardinho (11-19), ancora un invasione di Ricardinho (12-21), rientrano Monopoli e Podrascanin, contrattacco di Skrimov (13-23), dentro Fei, e Sottile chiude il parziale sul 15-25.

Quarto set, muri di Starovic e Rossi e contrattacco di Skrimov, 0-3 e Giuliani ferma il gioco. Errore di Starovic e muro di Fei (3-4), invasione Latina (7-7), muro di Starovic e contrattacco di Skrimov (8-11) e sul 9-12 arriva il timeout tecnico. Errore di Parodi, 12-16 e la Lube chiede tempo. Contrattacco di Kurek, 14-16 e Blengini interrompe il gioco. Invasione di Urnaut (15-16), muro di Starovic (15-18), dentro Sabbi, contrattacco di Kurek (18-19), ace Skrimov (19-22), break Treia, 21-22 e i pontini chiedono tempo. Ace di Sabbi (23-23), muro di Rossi 25-27.

I PROTAGONISTI-

Marko Podrascanin (Banca Cucine Lube Treia)- « In generale non siamo stati neppure un quarto della squadra dello scorso anno che ha vinto lo scudetto. Complimenti a Latina e in bocca al lupo per le semifinali. Già dalla gara con Modena non è andata bene, andiamo sotto e non riusciamo a riprendere i set”.

Daniele Sottile (Top Volley Latina)-  « Abbiamo lottato dall’inizio alla fine senza alibi. Senza i due centrali titolari con Skrimov che si era infortunato. Ma gli alibi non ti portano da nessuna parte lo abbiamo dimostrato oggi. In tutto l’arco dell’anno abbiamo dimostrato che valiamo tanto. Ce la siamo giocati sempre con tutti e da sabato lo faremo anche con Modena. Bisognava giocare in questo modo con uan squadra che ha dei centrali forti. Non abbiamo mollato mai per tutta la stagione e lo prometto a tutti che non lo faremo in semifinale. L’immagianavamo dura come è stata, la dedica va a Semenzato e van de Voorde che ci sono stati sempre vicini e alla mia famiglia ».

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA - TOP VOLLEY LATINA 1-3 (22-25, 25-16, 15-25, 25-27)

CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA: Fei 12, Henno (L), Parodi 7, Paparoni (L), Vitelli 2, Stankovic 13, Kovar 3, Sabbi 6, Monopoli 1, Garcia 1, Kurek 12, Podrascanin 10. Non entrati Shumov. All. Giuliani.

TOP VOLLEY LATINA: Manià (L), Rauwerdink 3, Sottile 1, Ferenciac, Skrimov 12, Tailli, Davis 5, Rossi 7, Starovic 18, Urnaut 7. Non entrati Pellegrino, Caputo. All. Blengini.

ARBITRI: Bartolini, Gnani.

NOTE - Spettatori 3500, incasso 16000, durata set: 27', 24', 25', 33' 

IL CALENDARIO DEI PLAY OFF-

QUARTI DI FINALE Gara 3

Mercoledì 22 aprile 2015

Sir Safety Perugia (4a) – Calzedonia Verona (5a) 3-1 (25-20, 21-25, 26-24, 25-18) 

Cucine Lube Banca Marche Treia (3a) – Top Volley Latina (6a)  3-1 (22-25, 25-16, 15-25, 25-27) 

 Play Off SuperLega UnipolSai – SEMIFINALE Gara 1

Sabato 25 aprile 2015, ore 18.00

Energy T.I. Diatec Trentino (1a) – Sir Safety Perugia (4a)  

Parmareggio Modena (2a) – Top Volley Latina (6a) 

Play Off SuperLega UnipolSai – SEMIFINALE Gara 2

Martedì 28 aprile 2015, ore 20.30

Top Volley Latina (6a)– Parmareggio Modena (2a)

Sir Safety Perugia (4a)- Energy T.I. Diatec Trentino (1a)

Play Off SuperLega UnipolSai - SEMIFINALE Gara 3 Eventuale

Venerdì 1 maggio 2015, ore 18.00

Energy T.I. Diatec Trentino (1a) – Sir Safety Perugia (4a)

Parmareggio Modena (2a) – Top Volley Latina (6a)

 

  Play Off SuperLega UnipolSai – FINALE Gara 1

Domenica 3 maggio 2015, ore 18.15

Finalista (migliore Regular Season) – Finalista (peggiore RS) 

Play Off SuperLega UnipolSai – FINALE Gara 2

Mercoledì 6 maggio 2015, ore 20.30

Finalista (peggiore RS) - Finalista (migliore RS) 

Play Off SuperLega UnipolSai – FINALE Gara 3

Domenica 10 maggio 2015, ore 17.30

Finalista (migliore RS) – Finalista (peggiore RS) 

Play Off SuperLega UnipolSai – FINALE Gara 4

Mercoledì 13 maggio 2015, ore 20.30

Finalista (peggiore RS) - Finalista (migliore RS) 

Play Off SuperLega UnipolSai – FINALE Gara 5

Domenica 17 maggio 2015, ore 18.15

Finalista (migliore RS) – Finalista (peggiore RS)