Femminile Nations League 2019: le azzurre esordiscono in Final Six contro la Turchia

Turche allenate da un italiano, il ritorno della Egonu
03.07.2019 22:21 di Alessandro Pizzuti Twitter:    Vedi letture
Fonte: oasport
Femminile Nations League 2019: le azzurre esordiscono in Final Six contro la Turchia

A Nanchino (Cina) è arrivato il momento dell’Italia che giovedì 4 luglio (ore 13.30) affronterà la Turchia nel match d’esordio alle Final Six della Nations League 2019 di volley femminile. Le azzurre incroceranno la compagine di Giovanni Guidetti che ha debuttato sconfiggendo con qualche sofferenza la Cina B (le Campionesse Olimpiche si sono presentate all’appuntamento senza tutte le titolari). La nostra Nazionale va a caccia del successo per blindare la qualificazione alle semifinali senza poi doversi giocare il tutto per tutto nel match di chiusura contro le padrone di casa, le ragazze del CT Davide Mazzanti hanno già sconfitto le anatoliche un paio di settimane fa ad Ankara senza schierare la formazione tipo e partiranno con i favori del pronostico anche in questa occasione.

Si preannuncia un incontro comunque molto equilibrato, avvincente e appassionante che potrebbe decidersi su pochi palloni e che potrebbe regalare parecchie emozioni a tutti gli appassionati: la Turchia punterà molto sulla sua difesa e sulla capacità di sorprendere in fase offensiva, l’Italia si affiderà a delle attaccanti di lusso e replicherà insistendo con un buon servizio e con un muro molto solido. Le azzurre si presentano all’appuntamento dopo aver disputato un ottimo turno preliminare esibendo un gioco convincente che ha ancora ampi margini di miglioramento, ora è arrivato il momento di tirare fuori il massimo potenziale per muovere il primo passo importante in queste Final Six.

La Turchia si affiderà in particolar modo alle attaccanti Gozde Yilmaz e Ebrar Karakurt, senza dimenticarsi di Meliha Ismailoglu e di Meryem Boz che non ha giocato contro la Cina ma che potrebbe essere un rinforzo molto importante. Da tenere in forte considerazione i muri di Kubra Caliskan e Zehra Gunes, non sarà facile passare dalle loro parti. La nostra Nazionale riabbraccerà Paola Egonu che ha saltato le ultime quattro partite dopo il malore accusato al termine del match contro la Corea del Sud, tutti aggrappati alla fuoriclasse che a suon di bordate dovrà trascinare le compagne. La grinta di Miriam Sylla e l’esperienza di Lucia Bosetti di banda ma attenzione perché ci potrebbe essere spazio per Elena Pietrini che si è ben distinta nelle ultime settimane, cabina di regia affidata alle mani di Ofelia Malinovche cercherà di sfruttare anche le centrali Cristina Chirichella e Anna Danesi, determinante il libero Monica De Gennaro che sarà chiamata agli straordinari.