La Lazio chiude l'anno vincendo in rimonta

22.12.2013 10:21 di Lazio Nuoto   Vedi letture
La Lazio chiude l'anno vincendo in rimonta

Ultimi tre minuti leggendari della Lazio che rimonta e supera l'Acquachiara 10 a 9. Gol a 11 secondi dalla fine di Colosimo. Grande Bisegna ma vittoria di tutti. Formiconi: “Non abbiamo mai mollato” Moroli: “Indomiti” Di Rocco: “Partita di cuore”

 

SALARIA SPORT VILLAGE- Mancano ancora quattro giorni al Natale ma in casa Lazio è già festa. Merito di una vittoria incredibile che cancella tutte le amarezze di un girone d’andata negativo e risistema la classifica. Un’impresa clamorosa della SS Lazio Nuoto che al SSV supera 10-9 il Carpisa Yamamay Acquachiara al giro di boa del campionato di serie A1. Le aquile dovevano riscattare la sconfitta di Firenze e lo hanno fatto dominando i terzi della classe per due tempi, soffrendo nel terzo e gettando il cuore oltre l’ostacolo nel quarto, quando, nonostante quattro giocatori espulsi definitivamente, a 11 secondi dalla fine Colosimo ha fatto esplodere il pubblico giunto numerosissimo.

 

UNITI PER VINCERE- L’ingresso delle squadre è accompagnato dalla splendida cornice delle formazioni giovanili della Lazio (regionali e nazionali), un tripudio di biancoceleste che resterà a sostenere “rumorosamente” la prima squadra per tutto l’incontro. Dopo 36'' Calcaterra sblocca il risultato, nell'azione successiva arriva il pari di Di Costanzo (1-1). Il portiere Bisegna, con l’aiuto dei compagni, alza finalmente il muro e la Lazio tira fuori le unghie chiudendo avanti il primo quarto grazie alla realizzazione di due tiri di rigore, con Colosimo e Vittorioso (3-1).  Nel secondo quarto Petkovic accorcia per l'Acquachiara, ma i biancocelesti sono in giornata e riscappano a tre gol di vantaggio grazie alle marcature dei soliti Colosimo e Vittorioso (5-2). Il terzo quarto è maledetto: i biancocelesti  subiscono un parziale di 0-4 (5-6) e restano orfani di Gianni e Matovic espulsi per limiti dei falli. In gol in successione Petkovic (2), Ferrone e Sadovyy.

 

FAVOLA LAZIO- E’ quando tutto sembra andare storto che la Lazio si riaccende. Nell'ultimo quarto accade di tutto e a guidare la rimonta è “goniometro” Maddaluno che realizza il 6-6 su tiro di rigore. Sempre dai cinque metri risponde l'Acquachiara con Di Costanzo, nell'occasione viene espulso definitivamente Mele. Ancora Maddaluno fa impazzire i tifosi e realizza il pari, l'Acquachiara però non si intenerisce e va sul +2  per effetto dei gol di Sadovyy e Mattiello. Il sogno sembra svanire per i padroni di casa, riportati con i piedi per terra dal ritorno degli avversari. Invece negli ultimi tre minuti si assiste all’epica rimonta. Africano e Di Rocco fissano il punteggio sul 9-9. In mezzo ai due gol 'espulsione definitiva a Ferrone dell'Acquachiara. La Lazio però non è una squadra che si acconta e nonostante tutte le avversità ad undici secondi dalla fine è ancora capace di andare in controfuga e realizzare il gol che fa impazzire il SSV con Colosimo. La festa è già pronta ma negli ultimi 2 secondi regna il caos: l'arbitro espelle Bisegna e Di Rocco (quest'ultimo per limite di falli) e i dirigenti sulla panchina dell'Acquachiara. Finalmente riprende il gioco e dalla confusione alla fine esce soltanto l'urlo di gioia dell pubblico laziale.

 

VITTORIA DI TUTTI- Dal presidente Moroli che giovedì ha tenuto a colloquio la squadra a Tommaso Pesapane insignito martedì della stella di bronzo del Coni per meriti sportivi, dall’ex capitano Sebastianutti costretto a soffrrire in panchina passando per il team manager Loreto e il preparatore Andolfi, questa è la vittoria di tutti, come ha sottolineato l’allenatore della Lazio Pierluigi Formiconi: “Innanzitutto buon Natale, alla fine l’ho detto ai ragazzi, facciamo un regalo a qualcuno, a me, al presidente, a Pesapane che ci mette la vita, oggi siamo stati bravi tutti, dal portiere eccellente a tutto il resto del gruppo – spiega il tecnico -  mi sono preoccupato soltanto dopo il 5-2, perchè abbiamo sbagliato un paio di gol importanti e l'Acquachiara si stava rifacendo sotto, la mia è una squadra che non molla mai e quando molla c'è qualcosa che non va, abbiamo fatto brutte partite a Bogliasco e a Firenze soffrendo sopratutto in difesa, oggi invece i ragazzi hanno dimostrato di avere cuore, carattere, oggi è un bel 21 dicembre per noi”.

 

Al suo fianco a prendere la parola è stato poi il presidente Massimo Moroli:"E' arrivata la scossa, mi piace sottolineare l'aspetto umano, questi ragazzi ci hanno messo il cuore, sono stati indomiti, ero rimasto dispiaciuto quando la squadra avversaria aveva recuperato, ma i nostri non hanno regalato niente, nemmeno quando hanno subito quattro espulsioni definitive – racconta il patron - i ragazzi non hanno mollato un attimo e come furie ci siamo scatenati in controfuga, alla fine siamo stati giustamente premiati, era una partita che non si doveva perdere giocata in maniera stupenda, con il cuore in mano.

 

Felice anche l’esterno biancoceleste Luca Di Rocco che porta in viso i segni della battaglia: "E' una bella soddisfazione, segni di una partita piacevole, è stata una gara di cuore, abbiamo risposto ad alcune critiche vincendo contro tutto e tutti, questo non è il posto di classifica che ci spetta, sono contento per Bisegna che ha trovato maggior fiducia, e anche per Mele che è un giovane ed è andato bene, insomma ce la siamo meritata".

 

Ora la sosta, si torna il vasca l’11 gennaio per la prima di ritorno che vedrà l’incontro tra Lazio e Recco.

 

LAZIO IN TV E IN RADIO: La partita tra Lazio Nuoto e Carpisa Yamamay Acquachiara andrà in onda martedì 24 dicembre su T9SPORT (Ch. 609 del digitale terrestre) alle ore 20.30. Per riascoltare e rivivere le emozioni della diretta radio basta collegarsi alla pagina Spreaker della Lazio Nuoto e scegliere l'evento corrispondente: http://www.spreaker.com/show/diretta_partite_lazio_nuoto_2012_13.

Per foto e info: www.facebook.com/S.S.LazioNuoto o www.sslazionuoto.it

 

 

 

 

 

SS LAZIO NUOTO-CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA10-9

SS LAZIO NUOTO: Bisegna , Matovic Marko , Colosimo 3(1 rig.), Africano 1, Gianni , Di Rocco 1, Vitale , Vittorioso 2(1 rig.), Leporale , Calcaterra 1, Maddaluno 2(1 rig.), Mele , Correggia . All. Formiconi

CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA: Kacic , Perez , Mattiello 1, Postiglione , Scotti Galletta , Petkovic 3(1 rig.), Gambacorta , Ferrone 1, Saviano , Draskovic , Di Costanzo 2(1 rig.), Sadovyy 2, Lamoglia . All. De Crescenzo

Arbitri: Collantoni e Piano

Note
Parziali: 3-1 2-1 0-4 5-3 Usciti per limite di falli: Matovic e Gianni (L) nel terzo tempo; Di Rocco e Mele (L) e Ferrone (A) nel quarto tempo.

Espulsi dalla panchina l'accompagnatore Filppo Loreto (L), il tecnico sul piano vasca De Crescenzo (A), il 2° tecnico Brancaccio (A) e l'accompagnatore Durante (A). Superiorità numeriche: Lazio 1/7 + 3 rig., Acquachiara 5/15 + 2 rig. Spettatori:450