Champions: la Juve è già agli ottavi, vola la Lazio

25.11.2020 10:03 di Redazione Pallanews   Vedi letture
Fonte: rainews
Champions: la Juve è già agli ottavi, vola la Lazio

La Juve proprio all’ultimo respiro riesce a battere il Ferencvaros e a regalarsi così, con 2 turni di anticipo, gli ottavi di finale a braccetto con il Barcellona. Prosegue la marcia della Lazio che all'Olimpico supera 3-1 lo Zenit e tra 8 giorni può andare in Germania a giocarsi il primo posto in casa del Borussia Dortmund.   Juventus-Ferencvaros 2-1 La Juventus soffre più del previsto con il Ferencvaros, ma alla fine si impone 2-1 e ottiene il pass per gli ottavi di finale con due turni di anticipo.                                                    Pirlo schiera Dybala dal 1'. E al 15’ la prima occasione è proprio sui piedi del numero 10, ma Dibusz è pronto. Poco dopo, al 19', a sorpresa, gli ospiti passano in vantaggio: Uzuni va a segno su un cross di Nguen sporcato da Alex Sandro. La Juve tentenna, ma Cristiano Ronaldo trova il pari con un bel sinistro dal limite al 35’.  Nella ripresa, i bianconeri prima sciupano: CR7, tutto solo, si fa arpionare il pallone da Dibusz (69'); mentre  Morata colpisce il palo esterno (76'). Poi segnano in pieno recupero, al 92': perfetto cross di Ciadrado, Morata di testa, Dibusz incerto e la palla finisce in gol: è 2-1.    Lazio-Zenit San Pietroburgo 3-1 Prosegue spedita la marcia della Lazio in Champions League: all'Olimpico netto 3-1 allo Zenit San Pietroburgo. E tra otto giorni la sfida che vale il primo posto nel girone F a Dortmund contro il Borussia. I tedeschi, trascinati dal ‘solito’ Haaland hanno battuto 3-0 il Bruges e ora guidano il gruppo con 9 punti, biancocelesti a quota 8, poi Bruges a 4 e russi fanalino di coda a 1.                                          Pronti-via e la Lazio passa: Immobile riceve da Leiva, si gira e la piazza al 'sette' da 20 metri (3'). Un altro tiro dalla distanza vale il raddoppio, stavolta con Parolo che, con un rasoterra da lontanissimo, supera ancora Kerzakhov (22'). Al 25' però lo Zenit prova a rientrare nel match e accorcia le distanze con un preciso sinistro di Dzyuba (25'). Nel secondo tempo Barrios in area stende Immobile, è calcio di rigore. Dal dischetto, Ciro è implacabile ed è doppietta (55'). Biancocelesti in assoluto controllo, finisce 3-1.