Zanone e Medici reucci dell'arrampicata sportiva a Sora

Nel terzo appuntamento di coppa fra gli uomini vince l'atleta “Bouldebar Torino” e fra le donne la rappresentante del "Vertigine 1996 Asd". Quinta la sorella Francesca
12.09.2016 00:50 di Massimiliano Morelli Twitter:    Vedi letture
Zanone e Medici reucci dell'arrampicata sportiva a Sora

La terza prova di coppa Italia di arrampicata sportiva, specialità Boulder, è stata vinta da Andrea Zanone fra gli uomini e Giulia Medici fra le donne. A Sora, nel contesto di “InformaInfiera”, c'è stata battaglia fino alla fine fra i dodici finalisti, sei ragazzi e sei ragazze, che hanno dato vita a un pomeriggio denso di emozioni incorniciato da un pubblico attento, competente e pronto a incoraggiare gli atleti. Per Giulia Medici  dopo un secondo e un terzo posto in coppa Italia è arrivato finalmente il successo; e adesso la ragazza partirà per Parigi, in palio c'è il mondiale. Per Andrea Zanone è invece un ritorno alla vittoria, dopo quella del 2014.  
Nella gara femminile alle spalle della Medici, che gareggia per il gruppo  “Vertigine 1996 Asd”, si sono classificate nell'ordine Olimpia Ariani (Gaz Firenze), Miriam Fogu (Arrampicata Libera Perugia), Camilla Moroni (Kadoinkatena Genova), Francesca Medici (Vertigine 1996 Asd) e Petra Campana (Koren). Alle spalle di Zanone, in gara per il “Bouldebar Torino”, si sono piazzati nell'ordine Elias Iagnemma (Monkey's garare Aq), Damiano Capulli (Centro sportivo esercito), Davide Bassotto (S.A.S.P. Torino), Matteo Baschieri ed Enrico Mosconi (Vertigine 19996 Asd). 
All'atto finale, quello delle premiazioni, c'erano il presidente e il vice presidente del Comitato regionale Lazio della FASI (Federazione arrampicata sportiva italiana) Antonella Strano e Alessio Zangrilli oltre allo staff al completo della Polisportiva Aurora team.