Final Six: le azzurre superano la Cina

27.07.2015 14:05 di Alessandro Pizzuti Twitter:    Vedi letture
Fonte: raisport
 Final Six: le azzurre superano la Cina

Prima vittoria nella Final Six del World Grand Prix per la nazionale italiana femminile che si è imposta 3-2 (25-15, 22-25, 22-25, 25-18, 15-12) sulla Cina. Le azzurre hanno prevalso dopo una sfida durata oltre due ore nella quale hanno giocato molto bene il primo e quarto set, mentre nel secondo e terzo c'è stato qualche errore di troppo. Tutto si è risolto così al tie-break con le ragazze di Bonitta brave a recuperare lo svantaggio iniziale.        


Nell'Italia ottima la prestazione di Indre Sorokaite top scorer del match con 25 punti, seguita da Sylla, 14. D'impatto sulla gara l'ingresso di Lucia Bosetti nel quinto set. Analizzando le statistiche l'Italia a muro è stata nettamente superiore alle cinesi, 15 a 7, con in evidenza Guiggi e Chirichella, entrambe a quota 4. Domani nel penultimo giorno di gare la nazionale tricolore affronterà il Giappone.        

Come formazione di partenza il Ct Marco Bonitta ha schierato la stessa che aveva chiuso in maniera positiva il match contro gli Stati Uniti: Malinov in palleggio, Sorokaite opposto, schiacciatrici Sylla e C. Bosetti, coppia centrale Guiggi-Chirichella e libero De Gennaro. Indisponibile Valentina Arrighetti, tenuta a riposo in via precauzionale a causa di una lombalgia.

Molto convincente l'inizio dell'Italia che spinta da una Sorokaite ispirata ha subito messo in seria difficoltà le cinesi. Gestito alla perfezione dalla regista Malinov l'attacco azzurro è andato a segno a ripetizione, prendendo nettamente il largo. Una volta avanti le ragazze di Bonitta hanno gestito senza problemi il vantaggio e con una Guiggi efficace a muro hanno chiuso 25-15.

Più equilibrata la seconda frazione nella quale l'Italia ha tentato di nuovo l'allungo, ma le asiatiche hanno risposto prontamente. Con il passare del gioco la ricezione azzurra ha accusato un calo e la Cina ne ha approfittato portandosi al comando. Il gap si è rivelato decisivo e così Chirichella e compagne sono state costretta a cedere 22-25.        

Simile l'andamento del terzo parziale con l'Italia che ha tentato la fuga, ma le cinesi hanno sempre riportato le cose in parità. Dopo un lungo botta e risposta sono state ancora le asiatiche a trovare il break decisivo e si sono imposte 22-25. Nel quarto set il tecnico azzurro ha inserito Lucia Bosetti e il cambio ha dato risposte positive con la schiacciatrice lombarda che ha colpito subito in battuta. La partenza sprint dell'Italia ha mandato in confusione le cinesi, scivolate indietro, 2-8. Dopo lo shock iniziale la Cina ha provato a rimontare, ma le azzurre hanno respinto ogni tentativo prolungando la gara al quinto set 25-18.        

Nell'avvio del tie-break l'Italia ha commesso diversi errori, ma è riuscita lo stesso a tenersi incollata alle avversarie. La parità è durata fino al 12-12, momento in cui le azzurre con un'ottima Lucia Bosetti hanno piazzato l'accelerata decisiva 15-12.