Lazio Pallanuoto: Vittorioso all'ultimo respiro

14.10.2013 09:10 di Alessandro Pizzuti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lazio Nuoto
Lazio Pallanuoto: Vittorioso all'ultimo respiro

Nel nuovo impianto del Salaria, vittoria al cardiopalma della Lazio sulla Promogest. All’ultimo istante capitan Vittorioso segna trascinato dagli oltre 400 tifosi. “Sono contento” Formiconi: “Tanti errori”. Super Bisegna: “Grazie alla difesa”.

SALARIA SPORT VILLAGE- Mancavano 7 secondi alla fine, i tanti tifosi accorsi al Salaria sembravano aver perso le speranze e invece quando la sirena stava per suonare la fine dell’incontro, ci ha pensato Vittorioso. Una coincidenza, forse un segno del destino: proprio il nuovo capitano, nella nuova casa della Lazio Nuoto, il Salaria Sport Village, e dopo una gara con tanti errori, trascinato da un pubblico che raramente si vede in Italia per una gara di pallanuoto, ha regalato il primo successo ai padroni di casa contro la Promogest nella seconda giornata del campionato di A1.

 

GRANDE EQUILIBRIO- Il primo gol al Salaria Sport Village è della Promogest in vantaggio con Tullio, ma la Lazio reagisce immediatamente con un bel tiro di Gianni. Al nuovo vantaggio ospite di Steardo i biancocelesti replicano con uno splendido gol di Calcaterra che resiste ad una carica e insacca arcuandosi sull’avversario. Il primo quarto si chiude sul 2 a 2 e vede lo straniero Matovic già con due espulsioni al passivo. Nel secondo i ragazzi di Formiconi allungano con Leporale e Colosimo (4-2), che festeggia alla grande il suo compleanno. La Lazio però si spegne incredibilmente, alcuni fischi arbitrali accendono l’incontro e i padroni di casa subiscono due gol di Tomasic, bomber spietato che chiuderà con un poker, e si fanno raggiungere a cavallo dell’intervallo.

Da lì in avanti l’incontro si gioca punto a punto, una guerra di nervi che i biancocelesti pagano con una media pessima con l’uomo in più, che non incide in negativo solo per i miracoli di Bisegna. A Di Rocco replica ancora il numero 10 cagliaritano a segno nonostante un fallo evidente su Matovic che fa infuriare il pubblico del Salaria. L’ultimo tempo è una girandola di emozioni aperta da Calcaterra, poi Tullio (6-6). Gianni, tra i migliori anche nel ruolo di assistman, fa doppietta ma il centroboa ospite realizza il pari (7-7) dopo che, sia Formiconi che il vicepresidente Pesapane vengono allontanati dal piano vasca. L’arbitraggio fa innervosire anche Africano: il numero 4 segna (8-7) e prende il rosso, il tutto a distanza di pochi secondi. Quando ne mancano 7, Azzarita con un mancino micidiale (8-8) gela le tribune del SSV e sembra chiudere l’incontro. Una serata così magica non poteva però che chiudersi con l’incantesimo di capitan Vittorioso che pochi istanti prima della sirena realizza il 9-8 che fa impazzire i presenti.

 

NON SI BISEGNA- “Sono felice dei aver regalato questo successo così importante alla Lazio, ma oggi abbiamo compiuto un piccolo passo indietro rispetto alla Coppa Italia e alla stessa trasferta di Recco – spiega Antonio Vittorioso – sono punti importanti che comunque ci danno la possibilità di lavorare con più tranquillità”.

 

“E’ chiaro che la vittoria mi rende felice, è stata una serata che ha dell’incredibile ma sono arrabbiato con i miei per alcuni errori sciocchi e con gli arbitri con alcune decisioni – spiega Pierluigi Formiconi – dobbiamo lavorare ancora molto ma senza certi fischi il punteggio sarebbe stato più rotondo”.

 

“Ringrazio soprattutto i miei compagni della difesa che mi hanno aiutato – spiega superman Claudio Bisegna – è stata una bella serata, di fronte ad un pubblico eccezionale che meritava una vittoria come questa”.

 

 

 

SS LAZIO NUOTO-PROMOGEST 9-8

SS LAZIO NUOTO: Bisegna , Matovic Marko , Colosimo 1, Africano 1, Gianni 2, Di Rocco 1, Vitale , Vittorioso 1, Leporale 1, Calcaterra 2, Maddaluno , Mele , Correggia . All. Formiconi

PROMOGEST: Volarevic , Beltrame , Rinaldi , Steardo 1, Tullio 2, Simonetti , Pagliara , Sassanelli , Licata , Tomasic 4, Astarita 1, Russo , Morleo . All. Pettinau

Arbitri: Bianchi e Colombo

Note 
Parziali: 2-2 2-1 1-2 4-3

Nel quarto tempo espulsi per proteste Formiconi (all. Lazio), Pesapane (vice presidente Lazio) e Africano (Lazio). Uscito per limite di falli Beltrame (Promogest) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Lazio 2/12 e Promogest 3/5. Spettatori 400 circa