Qatar punta al titolo mondiale

16.01.2015 14:31 di Alessandro Pizzuti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Yahoo
Qatar punta al titolo mondiale

Dopo aver ospitato poche settimane fa i mondiali in vasca corta di nuoto, il Qatar si prepara a lanciarsi in una nuova avventura: l’organizzazione dei mondiali di Pallamano. Per questo evento, come del resto per tutte le cose che non si è badato a spese nell’emirato del Golfo, gli sceicchi non hanno badato a spese visto per questo torneo: le partite principali si giocheranno a nord della capitale Doha, nella sfarzosa Luisal Arena, mentre per ospitare le altre partite sono state costruite ex novo altri tre impianti da oltre 5.000 posti. Per la realizzazione di questi palazzetti sono stati impiegati oltre 26.000 operai che hanno lavorato per un totale di 31 milioni di ore… Insomma, nulla è stato lasciato al caso a livello logistico ma anche sportivo visto che la nazionale del Qatar si appresta ad essere la grande outsider di questo torneo e a sfatare un tabù che finora ha sempre visto le nazionali europee imporsi nella coppa del mondo di Pallamano.

COME TI COMPRO UNA NAZIONALE – Ma come ha fatto il Qatar a diventare così competitivo in breve tempo? Semplicemente sfruttando a proprio favore una norma secondo la quale gli atleti, che nelle ultime tre stagioni non hanno risposto a convocazioni dalle loro nazionali, possono cambiar bandiera. Grazie a questo stratagemma e al potere del denaro la nazionale qatariota si è comprata letteralmente giocatori di altri paesi. E così Valero Rivera, il tecnico spagnolo vincitore dell’ultimo mondiale, si trova a disposizione: una serie di fuoriclasse a cominciare dal 33enne Bertrand Roine, terzino francese campione del mondo del 2011, per proseguire con i portieri Goran Stojanovic (37, montenegrino), Danijel Saric (37, bosniaco), il pivot iberico di 206 cm Vidal Fernandez, il cannoniere montenegrino Markovic e altri giovani astri nascenti come il 20enne serbo Jovica Damjanovic o l’ala bosniaca Eldar Memisevic (22). Grazie a questi innesti una Nazionale fantasma ora è considerata potenzialmente da podio. Potere dei soldi, anche se per favore non venite a parlarci di sport…