Mercoledì 16 Aprile 2014  
PALLAMANO
QUALE SPORT VORRESTI VEDERE NELLE NOSTRE NEWS
  
  
  
  
  
  
  

Daily Network
© 2014
PALLAMANO

Conversano alla bella tricolore con Bolzano

19.05.2012 14:05 di Alessandro Pizzuti  articolo letto 535 volte
Fonte: Repubblica Bari le altresfere

La squadra di Trillini ha battuto per 32-29 il Bolzano nel ritorno della finale scudetto. Gli altoatesini, vittoriosi in gara-1, non sono riusciti mai ad andare in vantaggio, ma nel finale hanno “spaventato” i biancoverdi pugliesi.
Conversano si tiene stretto lo scudetto sul petto e porta il Bolzano alla “bella” della finale scudetto. Altoatesini battuti per 32-29 nella gara-2 disputata al Pala San Giacomo, condotta dall’inizio alla fine dalla squadra di Trillini, che ha però rischiato di pagare a caro prezzo un tremendo black-out nel quarto discendente di partita. Tenuto a galla da due rigori di Di Leo, il “sette” pugliese è riuscito a riportarsi avanti e vincere il match, favorita dalle espulsioni (meritate) in serie fra le fila ospiti.

Conversano subito sul 5-1 grazie alla verve di Marrochi e Uelington, e autoritaria nel ribattere colpo su colpo alla reazione del Bolzano, grazie anche alle frecciate velenose di Sperti e Pivetta sulle corsie esterne (11-6 a metà tempo). Poi 5′ senza reti per i biancoverdi di Trillini, con tanto di penalty sbagliato da Di Leo, e Bolzano pericolosamente sotto grazie anche a due reti in inferiorità numerica (11-10 dopo 19′30″). Malgrado i “peccati” in 7 contro 6, però, la Planet Win 365 riesce a scavare un nuovo importante solco e chiudere il primo tempo con tre punti di vantaggio (18-15).

A campi invertiti l’imprendibile Pivetta e l’astuto D’Alessandro scavano il massimo vantaggio (22-16 dopo 7′50″), ma Turkovic e Radovcic riaprono il match in tre minuti (24-23 con un parziale di 0-5), grazie a qualche cigolio sui meccanismi biancoverdi. La difesa molto aggressiva di Bolzano tiene a lungo in scacco Conversano, che però ritrova i gol nel momento decisivo, con tre rigori di Di Leo (28-27), freddo nel trasformare malgrado le scenate del portiere avversario Carapina. A punire Bolzano le troppe espulsioni temporanee maturate da Bolzano. Troppe anche per l’autolesionismo, pure ben concentrato, del Conversano. Che capisce di aver vinto quando l’ex Maione becca “due minuti” di sospensione a 2′20″ dal termine. Le reti di Uelington, Tarrafino e D’Alessandro e la ciliegina sulla torta di furia Santilli, per il 32-29 finale, sono la logica conseguenza di una superiorità evidente per tutta l’ora di partita. Ora, però, per mantenere il tricolore sulle maglie biancoverdi, bisognerà vincere la bella a Bolzano. Un compito non impossibile. A patto di limitare i cali di concentrazione. E soprattutto di non fare troppi regali fuori stagione.


Altre notizie - Pallamano
Altre notizie
 

LA LAZIO RISCHIA DI SCOMPARIRE

Dopo anni di gloriosa attività sportiva, oggi per la Lazio pallamano sono costretto a scrivere una pagina dolorosa: " LA S.S. LAZIO PALLAMANO CHIUDE L' ATTIVITA SPORTIVA ". Non avrei mai pensato di arrivare a questo punto. Ho provato con tutte le mie forze ...

SCUDETTO A TRENTO E PIACENZA

Dopo una stagione dominata, Trento arriva in finale del campionato italiano vincendo facilmente contro Vibo Valentia prima...

QUANDO IL CALCIO È ROSA

La S.S. Lazio non è soltanto una squadra di calcio, come molti pensano, è una polisportiva, fondata il 9 gennai...

LAZIO BATTE CAPITOLINA NEL TROFEO ECCELLENZA

Nell’ultimo turno del Trofeo Eccellenza i biancocelesti vincono col bonus per 29 a 6 sui cugini della Capitolina, e si ...

LAZIO: VITTORIA DA PLAY OFF

La Lazio saluta alla grande il suo pubblico, ma spera di rivederlo ai play off. I biancocelesti vincono 11-7 contro la Floren...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 16 Aprile 2014.
   Palla News Norme sulla privacy